E l’euro si indebolisce sul dollaro

E’ ovvio che sul forex l’euro debba indebolirsi sul dollaro: dopo tutto con la crisi del debito sovrano che sta attraversando l’Europa ci si dovrebbe stupire del contrario. Seduta in calo per la moneta unica contro il biglietto verde. Il cambio eur/usd viene scambiato al momento a 1,4060, in flessione rispetto alla quota di 1,4125 registrata in avvio delle contrattazioni … Continua a leggere

Il minimo dell’euro

Chi vuole diventare ricco speculando sul forex ha una grandissima opportunità, visto che il trend è chiarissimo: l’euro sta crollando a causa delle politiche suicide degli stati europei che non riescono a mettere un’argine alla galoppante spesa pubblica. Cambio euro dollaro stabile nelle ultime ore in area 1,3320, non distante dai minimi di quota 1,3285 toccati ieri. Alla debolezza dell’euro … Continua a leggere

La Fed continua a stampare dollari

Il forex non mente: il dollaro è debole perchè la fed continua a stampare dollari. Mi sembra il miglior modo per distruggere la ricchezza delle nazioni. Tutto s’è compiuto secondo le attese. La vittoria del partito repubblicano era nei voti degli operatori e nei prezzi di borsa. Difatti Wall Street non ha reagito nelle prime fasi della seduta. Anche il … Continua a leggere

Forex: la fed affonda il dollaro

Forex: crollo drammatico del dollaro dopo le dichiarazione della fed. In apertura di seduta sulla piazza europea il biglietto verde si mostra cedente rispetto alle principali controparti, penalizzato dalla pubblicazione dei verbali dell’ultimi Fomc che cementano le aspettative di nuove misure di ‘allentamento quantitativo’ da parte dell’istituto centrale Usa. L’indice del dollaro sui sei primi cross ponderati per il commercio … Continua a leggere

Forex: l’euro crolla.

L’euro scivola verso i minimi da cinque mesi sul dollaro appensantito dai timori sull’economia irlandese e sul settore bancario. Inoltre i dati che sottolineano un rallentamento della crescita nella zona euro a settembre contribuiscono al calo della valuta europea. Un calo del Pil dell’1,2% registrato nel secondo trimestre in Irlanda rispetto alle stime annunciate nel primo trimestre di una crescita … Continua a leggere

Euro si stabilizza sul dollaro

L’euro chiude stabile sopra quota 1,27 dollari dopo le parole del presidente della Federal Reserve, Ben Bernanke. La moneta unica passa di mano a 1,2756 dollari e a 108,37 yen. La divisa europea, che aveva gia’ ceduto terreno dopo la stima sul Pil Usa, cresciuto oltre le attese nel secondo trimestre, e’ scesa sotto quota 1,27 dollari sulla scia delle … Continua a leggere

Il dollaro crolla sull’euro

Il dollaro si avvicina ai minimi da quindici anni nei confronti dello yen e rimane debole rispetto a tutte le valute, penalizzato dagli indicatori macroeconomici e da ipotesi di un ulteriore allentamento della politica monetaria della Fed. Ieri, il dato sui contratti di acquisto di abitazioni a giugno, ai minimi storici, ha evidenziato la debolezza del mercato immobiliare Usa. L’indicatore … Continua a leggere

L’Euro risale sul dollaro

Nel pomeriggio l’euro viene scambiato a 1,2715 contro il dollaro, poco mosso rispetto alla quota di 1,2710 registrata in avvio delel contrattazioni nei mercati valutari europei. La seduta e’ stata caratterizzata dalla forte volatilita’ sulla scia dei molti eventi macroeconomici in agenda in giornata. In Italia il dato definitivo sull’inflazione relativo a giugno ha confermato una variazione nulla su base … Continua a leggere

L’Euro arriva a 1,26 sul dollaro ma poi ricade nel baratro

Ancora molto mosso il mercato del forex, con un euro che riesce perfino ad arrivare a 1,26 ma poi riprecipita. A fine mattinata l’euro viene scambiato a 1,2575 contro il biglietto verde, in lieve crescita rispetto alla quota di 1,2550 registrata in avvio delle contrattazioni nei mercati valutari del Vecchio Continente. Nel corso della mattinata la moneta unica era riuscita … Continua a leggere

L’Euro perde ancora sul dollaro

L’euro perde un po’ terreno contro il biglietto verde. Alle 12,30 la moneta unica viene scambiata a 1,2375 contro il dollaro, in lieve flessione rispetto alla quota di 1,24 registrata in avvio delle contrattazioni nei mercati valutari europei. Poche cifre macroeconomiche pubblicate nel Vecchio Continente. In Germania l’indice dei prezzi alla produzione ha fatto segnare un rialzo dello 0,3% a … Continua a leggere