L’Euro arriva a 1,26 sul dollaro ma poi ricade nel baratro

Ancora molto mosso il mercato del forex, con un euro che riesce perfino ad arrivare a 1,26 ma poi riprecipita.

A fine mattinata l’euro viene scambiato a 1,2575 contro il biglietto verde, in lieve crescita rispetto alla quota di 1,2550 registrata in avvio delle contrattazioni nei mercati valutari del Vecchio Continente.

Nel corso della mattinata la moneta unica era riuscita a superare anche il limite di 1,26 (massimo intraday a 1,2606) per poi retrocedere.

Tra le poche questioni macro interessanti ci sono da sottolineare le affermazioni del commissario agli Affari Monetari dell’Unione Europea, Olli Rehn. Rehn ha dichiarato che il fondo di stabilita’ finanziaria potra’ sostenere i paesi che scopriranno di avere il proprio settore bancario in difficolta’ dopo la pubblicazione degli stress test sugli istituti del Vecchio Continente. Il commissario ha inoltre ribadito che si cerchera’ di garantire la maggiore trasparenza in merito ai risultati degli stress test per favorire la fiducia nell’Unione Europea. Tali risultati saranno pubblicati entro la fine di luglio.

Anche nel pomeriggio l’agenda macroeconomica si presenta povera di appuntamenti macroeconomici di particolare rilevanza. Gli addetti ai lavori attendono alle 16,00 l’indice ISM non manifatturiero di giugno.

 

L’Euro arriva a 1,26 sul dollaro ma poi ricade nel baratroultima modifica: 2010-07-06T14:31:45+02:00da ricco654
Reposta per primo quest’articolo